jueves, 4 de abril de 2013

Una giornata come un'altra

Arrivi a casa dopo una giornata di lavoro. Fai giusto in tempo a cambiarti e metterti la tuta per stare piú comoda (la modalità sexy non è disponibile!)  e laDani ti sta giá cercando perché vuole fare il bagno. Intanto il tuo coinquilino prepara la cena. Si cena insieme, tutto perfetto e tranquillo. Ti stupisci ogni giorno vedendo che grande è la tua principessa..così bella...cosí dolce...
e con stivali di gomma che qua, intanto, continua a piovere...


Poi giochi un pò, e all'ora X si inizia la trattativa per andare a dormire...voglio cantare ancora una canzone, voglio leggere ancora un libro, voglio fare ancora un salto, voglio costruire ancora una torre, che ci metto mezz'ora per mettere via tutti i giochi...finalmente ci siamo: andiamo in bagno a mettere il pannolino e lavare i denti!! Wow!!!
La giornata sembra quasi perfetta. Il tempo passato insieme sempre troppo poco, ma ci consoliamo perché se è di qualità allora va bene cosí!!

Ma no. Era tutto troppo bello!! Troppo...

Spegniamo la luce. E inizia il pianto.



Prima piangi perché "voglio papá". Poi perchè "voglio un altro salto". Poi perché "voglio leggere un altro libro"....che alla fine è ovvio che l'unica cosa che vuoi realmente è allungare il piú possibile il momento di chiudere gli occhi. E con i capricci inizia il mio momento personale di yoga-autocontrollo-fa-che-smetta-se-no-impazzisco!

E per non ascoltare i tuoi capricci inizio a pensare fra me e me che forse un giorno era piú facile educare perchè se si stava tutto il giorno insieme alla fine avevi la pazienzia e il tempo necessario x far passare il Momento Crisi. Invece se il tempo che possiamo passare insieme é di un paio d'ore, l'ultima cosa che vuoi é vedere il tuo bambino piangere. E alla fine gli concedi quello che vuole, sia quello che sia.



E se tu arrivi già esausta nonchè stanca morta nonchè con assoluto bisogno di coccole e non capricci...allora la tentazione di prenderti fargli fare un altro cavolo di salto o fargli leggere altri 3 libri e farlo smettere di piangere, è forte. MOLTO FOOORTEEE!!

Ed inizia il mantra: "non cedere, devi essere forte, o il messaggio che le trasmetterai sarà che se piange ottiene ció che vuole. Pazienza. Non cedere, devi essere forte, o il messaggio che le trasmetterai sarà che se piange ottiene ció che vuole. Pazienzia. Non cedere, devi essere forte......" e così via, fino all'infinito...finchè i capricci cessano, ti ranicchi accanto a me e mi prendi la mano!
E non mi resta che coprirti, darti un bacio e dirti, come ogni giorno, quanto ti amo!


No hay comentarios:

Publicar un comentario