lunes, 29 de abril de 2013

Vederti dormire

Adoro vederti dormire. Starei tutta la notte al tuo fianco guardandoti se non fosse che ho paura di svegliarti e... diciamocela tutta anche se non è poi così romantico...crollerei sfinita dal sonno.
Non riesco ad andare a letto senza passare prima dalla tua stanza.
Toccarti. Per sentire se sei fredda, o se sei sudata...o semplicemente per toccarti e portare a letto con me la sensazione della tua pelle di velluto sotto le mia dita.
Baciarti. Darti un bacio sulla fronte. Dolce tenero materno. Il mio ultimo bacio del giorno per te. Cucciola mia.

Annusarti. Ubriacarmi del tuo profumo. Ricordarlo ancora una volta nel silenzio della tua cameretta.
Guardarti, Così neutra. Abbandonata, indifesa, piccola. Con quel faccino da angioletto. È incredibile come tutti i bambini, anche quelli piú ribelli, si trasformino in angioletti appena chiudono gli occhi.


Mi piace guardarti e immaginare quello che starai sognando...I cavalli che hai visto passare oggi davanti a casa. O i nostri tuffi in piscina. O i salti sul lettone di mamma e papà...
Se distratta mi metto a letto senza darti un bacio mi rialzo e vengo da te. È un rituale. Un bisogno. L'ultima immagine del tuo viso tutta per me. Me la porto dentro. Chiudo gli occhi e ti vedo. 
E poi coprirti. Sistemarti le coperte. Per me uno dei gesti quotidiani piú dolci di un genitore verso il proprio figlio. Sistemarti le coperte è prendermi cura di te. È una metafora del: tranquilla che la mamma è quì. È un gesto simbolico...per metterti al sicuro dagli incubi della notte.
Sei il mio angioletto. E ti porto con me nel mio cuore, nelle mie mani, nei miei occh,i tutti i giorni e tutte le notti.
Cosí dolce. Cosí bella. Così tenera. Cosí perfetta.


Sogni d'oro amore della mamma.

No hay comentarios:

Publicar un comentario