jueves, 5 de diciembre de 2013

Febbre, alberi di natale e verdure!?

Qualcuno mi puó, per favore, spiegare perché sta legge di Murphy del cazzo no sbaglia mai e poi mai??
Voglio dire: é sabato pomeriggio e ti stai pavoneggiando con le cugine di tuo marito perché LaDani é da un sacco di tempo che non si ammala, non ti ricordi l'ultima volta che hai dovuto darle Tachipirina, se dovessi dargliela non sapresti neanche che dose corrisponde...e via dicendo...
Domenica mattina, prima di pranzo, siamo giá con il termometro sotto il braccio!
Ma perché mai non imparo a chiudere sta boccaccia??
Placche piú grandi di lei in gola e iniziano le nostri notti, passando da un letto al'altro, misurado la febbre ogni due ore, vestila, svestila, coprila, scoprila e se la notte é fatta per dormire, noi ce ne freghiamo, giá che abbiamo cose piú importanti da fare.



La povera gioia, poi, é proprio, ma proprio brava...E non é che lo dico perché sia mia figlia, eh???!!!!!
Ma é cosí BRRRAAAVVVVAAAAA!!!
Ha giá classificato le medicine che deve prendere a seconda del gusto e del colore:

1. quella arancione, la sua preferita, quella che, secondo l'esperta sa di mandarino (per noi comuni mortali é ibuprofeno, quí in Spagna si chiama Dalsy)

2. quella bianca, il potente antibiotico (che per ora di potente non ha niente, non ha ancora fatto effetto!!) la super siringa, la gran dose per sconfiggere "gli animaletti cattivi che fanno la bua", per fortuna sa di fragola e via a spararci dentro 5 ml ogni 8 ore (e meno male che le piace!!)

3. il suo acerrimo nemico, la medicina rossa NNOOOO!!! e via urli e pianti per 15 minuti (di orologio, davvero, sono 15 minuti lunghissimi cercando di convincerla!). E' la Tachipirina di sempre, ma per LaDani é veleno. Inizia con conati di vomito, si morde la mano, sputa...e tu che diventi scemo mentre cerchi di fargliela bere tutta e cercare di non rimanere con faccia-da-pirla quando la sputa e tu non sai che cazzo fare: e mo quanto ne ha bevuto e quanto ne ha sputato? che faccio, gliene diamo ancora o facciamo finta che l'ha presa e guardiamo da un'altra parte?
Oggi abbiamo fatto passi da gigante: l'ha presa lei da sola. Dice che sa di cipolla!! (traduco: voleva dire ciliegia). Povera gioia, con tanti sapori, tante frutte, tante verdure e in due lingue diverse, una arriva a un punto che a volte si confonde, no????

Comunque, visto che non possiamo far altro che aspettare che questa febbre passi e vedere sempre la parte positiva delle cose, noi nel frattempo ci godiamo le nostre 24 ore in simbiosi, i nostri "abbracciami che ho freddo, freddo"


e i nostri pomeriggi pieni di lavoretti.

Mi fa davvero impazzire vederla con le sue forbicine punta rotonda, circondata da nastri, nastrini, fogli e cartonicini, facendo finta di lavorare piú di tutti, indaffaratissima. aiutandomi a finire i nostri addobbi natalizi.






Il nostro albero prende forma ogni giorno di piú, oggi abbiamo aggiunto le palline trasparenti pitturate con le manine de LaDani; domani ci aggiungeremo le renne fatte con i suoi piedini. Uno spettacolo!! E ricordatevi che questo week-end bisogna fare l'albero!!!



No hay comentarios:

Publicar un comentario